Dichiarazione di ignoranza

Sì, ebbene sì: siamo dei pericolosi “laicisti”, dei robespierri ignari che nel calendario si celebrano 365 giorni all’anno le nozze tra la natura e la storia, dei malnati che si turano le orecchie quando risuonano gli Stabat mater, i Requiem o le Passioni, che mai hanno sentito nominare Pascal, Kierkegaard e la mistica renana, che distolgono gli occhi dall’annunciazione di Simone Martini, dalla crocifissione di Grünewald e dalla deposizione di Giotto.

Ora, forti di questa confessione, potete elevare i vostri cuori nel giubilo pancreaturale ignorando la nostra miseria, consegnandoci alla nostra solitudine, deserta di scampanii e colombe e cioccolati oviformi. E tutti voi quanti siete, che non siete caduti nelle grinfie del “laicismo”, fatevi gli auguri, fateveli piovere addosso dalla TV, dal tiggì, da Bruno Vespa o da qualche altro erede della grande tradizione spirituale dalla quale la nostra ferale rozzezza ci ha esiliato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laicità. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...