Il Filosofo

Beccatevi questa intervista a Umberto Galimberti:

Sì, avete visto bene. Dopo i nomi di Kierkegaard, Nietzsche, Kant, Hegel leggete quello di… Galimberti.

“Eh signora mia. Che ci vuol fare. Oggi non si parla più, gli uomini si ignorano. I Valori dove sono finiti? Solo distrazioni e superficialità. Abbiamo perso la nostra identità tribale, dio è morto. Com’erano belli i tempi in cui si sapeva a cosa si apparteneva. Ora non sappiamo più chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo. Il futuro è indecifrabile”. Ma santoddio, che pensieri profondi! Che articolatezza di argomentazioni! Che novità di concetti! Ma guardate che fronte corrugata, che occhio einsteiniano: segni della atroce lotta, della gigantomachia metafisica che il Grande Filosofo deve aver affrontato per escogitare i suoi arditi filosofemi…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Filosofia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...