Come Vannino Chiti, per non esser abbastanza loico, dovenne Monsignore

Ecco qui un passo di un articolo di Vannino Chiti apparso su “Avvenire”.

Abbiamo [ma chi??] bisogno, sia dal versante laico (…) sia dal versante religioso, di realizzare un incontro [cioè? fuor di metafora?], non episodico ma permanente [pure!], tra ragione e fede…

ma giammai! Ma perché! Ma che significa?! Una pura e semplice petizione di principio, senza traccia non dico di un’argomentazione a sostegno, ma nemmeno di un’illustrazione per mezzo di un esempio. E continua:

… in un reciproco rispetto e nella reciproca consapevolezza e disponibilità a uno scambio di apporti…

ma chi sono questi soggetti in reciproco rapporto? Grammaticalmente sono la ragione e la fede. Un incontro tra ipostasi, insomma, un’enunciazione priva di senso (a meno di non pensare a due personificazioni allegoriche, in perfetto stile barocco). O, meglio, che avrebbe senso se fosse riferita agli individui: io “scienziato, filosofo, violinista, giocatore d’azzardo, etc.” devo/posso reciprocarmi con quella là, “omosessuale, zio, birraio, coltivatore di tulipani, cristiano”. Che l’altro sia cristiano, a seconda dei contesti e dei soggetti in campo, può essere altrettanto significativo quanto il fatto che sia un birraio o un omosessuale (o forse anche meno). Ma – c’è bisogno di rimarcarlo? – che gli frega a Monsignor Chiti degli individui? Sancte Guillelme (Ockham), ora pro nobis!

L’autore chiude in bellezza il suo temino da 5 e mezzo (che, manco a dirlo, si apriva con l’evocazione della “globalizzazione”) così:

…per il bene comune della famiglia umana.

Questo è un esponente del PD, vicepresidente del senato, laureato (ahi ahi ahi!) in filosofia (potrei continuare con l’elencazione dei titoli, ma mi fermo per carità di patria). Vorrei un’Italia brulicante di Bertrand Russell, di gente che si incazza e si disgusta di fronte a cattivi argomenti o addirittura a para-argomenti, che li rifiuta come si rifiuta la moneta falsa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laicità e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...