Da un Manifesto all’altro

Ernesto Rossi e Altiero Spinelli, nel Manifesto di Ventotene (il cui titolo esatto è: Per un’Europa libera e unita. Progetto d’un manifesto), prospettando l’assetto politico che gli stati europei in generale e l”Italia in particolare avrebbero dovuto, secondo i loro auspici, assumere all’indomani della Seconda guerra mondiale, prendono in esame la questione dei rapporti tra autorità civile e religiosa. Le edizioni a stampa del testo sono due, rispettivamente dell’estate del 1943 e dell’inizio del 1944; ne riporto i due passi che espongono questo punto. Quello del ’44 è più moderato ed essenziale. Ma quale dei due è “più vero”?

Edizione del 1943:

la Chiesa cattolica continua inflessibilmente a considerarsi unica società perfetta, a cui lo stato dovrebbe sottomettersi, fornendole le armi temporali per imporre il rispetto della sua ortodossia. Si presenta come naturale alleata di tutti i regimi reazionari, di cui cerca di approfittare per ottenere esenzioni e privilegi, per ricostruire il suo patrimonio, per stendere di nuovo i suoi tentacoli sulla scuola e sull’ordinamento della famiglia. Il concordato con cui in Italia il Vaticano ha concluso l’alleanza col fascismo andrà senz’altro abolito, per affermare il carattere puramente laico dello stato, e per fissare in modo inequivocabile la supremazia dello stato sulla vita civile. Tutte le credenze religiose dovranno essere ugualmente rispettate, ma lo stato non dovrà più avere un bilancio dei culti, e dovrà riprendere la sua opera educatrice per lo sviluppo dello spirito critico.

Edizione del 1944:

il concordato con cui in Italia il Vaticano ha concluso l’alleanza col fascismo andrà senz’altro abolito per affermare il carattere puramente laico dello stato, e per fissare in modo inequivocabile la supremazia dello stato sulla vita civile. Tutte le credenze religiose dovranno essere egualmente rispettate, ma lo stato non dovrà più avere un bilancio dei culti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laicità, Politica/Società, Storia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...