Profezie e confronti: Judt su Karol Wojtiła

Tony Judt, su Giovanni Paolo II (recensione di Sua Santità, di Carl Bernstein e Marco Politi, apparsa sulla “NY Review of Books” del 1996; ora in L’età dell’oblio, pp. 144 ss.)

Judt fa un bilancio negativo del pontificato di Wojtiła, e contrasta il mito del “papa di idee”. Chiude il suo intervento paragonando il papa polacco a Innocenzo III, preferendo questo confronto a quello, corrente, tra Wojtiła e Pio IX. L’intransigenza di Giovanni Paolo II determinerà per la Chiesa impopolarità e perdita di influenza, nonostante le apparenze. Anche Innocenzo III aveva portato il papato a un vertice di autorità e prestigio, ma suscitò nel mondo secolare le forze e le reazioni che portarono al crollo della Chiesa universale.

È ormai un luogo comune paragonare Karol Wojtiła, al crepuscolo del proprio pontificato, a Pio IX, il cardinale liberale che ascese al papato nel 1846 a soli cinquantaquattro anni. Disilluso dal liberalismo dopo l’esperienza delle rivoluzioni del 1848, si rifugiò nel conservatorismo e promulgò la dottrina dell’Immacolata Concezione di Maria nel 1854 e la dottrina dell’infallibilità papale durante il Concilio Vaticano del 1869-1870. Nel suo Sillabo degli errori del 1864 elenca ottanta errori della modernità, l’ultimo dei quali afferma che “il Romano Pontefice può e deve riconciliarsi e venire a composizione col progresso, col liberalismo e con la moderna civiltà”. Al termine del suo papato, che durò più di trent’anni, la Chiesa cattolica era diventata sinonimo di oscurantismo e reazione.

(…)

Ma c’è un paragone anteriore che fa più al caso nostro. Nel 1198, all’ancor più giovane età di trentotto anni, un italiano, Lotario de’ Conti di Segni, venne proclamato papa Innocenzo III. Energico e autoritario, Innocenzo si propose di centralizzare il potere nella Chiesa medievale. Si proclamò Vicario di Cristo (fu il primo a utilizzare questo titolo), predicò e organizzò la infruttuosa Quarta Crociata contro gli infedeli nel 1204, e un’altra crociata, brutale e assolutamente riuscita, contro gli eretici albigesi nel sud della Francia. Durante il Quarto Concilio Lateranse nel 1215, l’anno prima della sua morte, definì la dottrina moderna dell’Eucarestia e la subordinazione dei vescovi e delle congregazioni all’autorità papale”. (Pp. 156-7)

 Perfettamente d’accordo sulla valutazione negativa del pontificato di Wojtiła. Sull’accostamento di costui a Pio IX o Innocenzo III, va detto che i confronti di questo genere valgono quel che valgono (e cioè poco). Se proprio s’han da fare, però, dissento sulla scelta di Judt: Pio IX mi pare rimanga il termine di paragone più appropriato per Giovanni Paolo II. Si pensi al Concilio Vaticano I, e a quel che ha sancito. Mariologia (i polacchi e Maria, un binomio inscindibile!) e infallibilità papale. E poi il conflitto costante con la “modernità” (semplifico, ovviamente). Il comune nemico (il liberalismo). Se il polacco ha una fissazione (non scevra di novità di accenti e di contenuti rispetto alla stessa tradizione culturale e teologica del cattolicesimo, per quanto da non addetto ai lavori mi sia dato comprendere) sulle “bio-questioni”, quell’altro ce l’aveva con qualunque forma di autodeterminazione individuale.

Di Innocenzo III, poi, Wojtiła non mi pare possedere l’ascetismo e la mentalità monastica: al contrario, il suo pontificato e, ancora prima, la sua persona hanno incarnato un certo “sportivismo” o atletismo che dir si voglia, una corporeità rubizza, da arrosti di cacciagione e vini rossi.

La profezia di Judt sa un po’ di auspicio. Se non l’ha del tutto azzeccata, profetizzo (e auspico) che, a determinare la caduta nell’irrilevanza della chiesa cattolica, ci penserà, con metodo e ostinazione teutoniche, il signor Ratzinger.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laicità, Storia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...