Inezie, ma non troppo

Faccio un po’ d’ordine dopo un epico trasloco. Un po’ d’ordine vuol dire mezza giornata di rottura di scatole (letteralmente, anche: ho aperto gli ultimi imballi di libri). Mi viene tra le mani una cartellina piuttosto spessa e dalla grafica elaborata. Include il suo bravo CD con un’imprescindibile “demo”… de che? Dell’altrettanto, anzi più ancora, imprescindibile manuale di filosofia di REALE-ANTISERI, le cui mirabolanti doti di rigore e profondità ho già, qualche tempo fa (con encomiabile spirito di servizio, credo) attestato (qui). Sospiro di sollievo: qualcosa di cui liberarmi senza remore e persino con soddisfazione c’è. Ma l’occhio cade, galeotto, sulla frase di apertura che appare, squadernata la brochure, a sinistra in alto: “L’unico corso tradotto in Russo, Spagnolo, Portoghese, Cinese”.
“Non devo perdere tempo ‘co ‘ste stronzate” mi dico. “So bene che chi perde tempo con le stronzate è doppiamente stronzo”.
Ma mi devo pur riposare. Sono ore che sposto libri e riempio sacchi di cartaccia.
E poi questa gente, dico i “filosofi” Reale-Antiseri, mica finiscono come Vanna Marchi. No. Vendono i loro testi, complici torme di massaie e di analfabeti di andata e di ritorno convinte/i di “insegnare filosofia”. Libri che costano poi: 31 € + 33 € + 37 €. Sono 111 euri per… Meglio che proceda subito a doverosa palinodia: non per dei “libri” ma per quella roba lì (perché poi se la leggano i russi, gli spagnoli, i portoghesi e i cinesi proprio mi sfugge. Un momento: il fenomeno non sarà per caso connesso a missioni e seminari?). Intendiamoci: non sopporto la tiritera dei “tetti di spesa” con cui ogni anno i dirigenti scolastici usano ammorbare gli insegnanti. Studiare dovrà pur avere dei costi (per carità, nemmeno lontanamente paragonabili a quelli di cellulari e smartphone, sia detto senza alcun moralismo). Purché però la spesa serva per libri veri o comunque utili. Altrimenti il conto è presto fatto: i soldi sono molto più appropriatamente spesi per attaccarsi alla rete e scaricare giga di filmati hard che per acquistare il Don Reale-Antiseri.

Sentite quest’altra e poi basta, che ho da fare:

I volumi, per la prima volta a quattro colori (!), sono caratterizzati da un ricco corredo di immagini che aiutano a calare la dimensione visiva nella storia della filosofia (!!).

Le immagini più significative sono oggetto di specifiche letture a cura del professor Reale; ogni tomo contiene, inoltre, un inserto specificatamente dedicato a un’opera simbolo, in grado di comunicare visivamente il (!!!!!!!) messaggio (!!!!!!) filosofico dell’epoca (!!!!).

Got the message?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scuola e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...