Tra petizione di principio e opacità referenziale: come Obama assolve le religioni

“Nessuna fede (religiosa) giustifica l’uccisione di innocenti.”
Alla stesso modo Edipo aveva in orrore il parricidio. E il giacere con la propria madre.
Si chiama “opacità referenziale”, e “referenzialmente opachi” sono, a dar retta a W.V.O. Quine, cui si deve questa terminologia, i contesti (come gli enunciati modali o quelli introdotti da clausole epistemiche) ove occorrono espressioni il cui referente non è univocamente determinato.

opacity_quine_from_a_logical_point_of_view_1953

Che ci importa di questa roba? Beh, chi avesse voglia di ascendere le vette della logica moderna, quella che ha Frege come Altvater, per seguire poi le evoluzioni dell’analisi del linguaggio sino all’ontologia quineana e oltre, dovrà occuparsi di eroi tragicamente ingannati (Edipo, appunto) ma anche delle credenze e opinioni futilissime (almeno per noi) di Giovanni e Marie qualunque, e delle loro implicazioni, nonché di fatti astronomici di dubbia pregnanza (l’identità di Espero e Fosforo, o quale sia il numero dei pianeti del sistema solare). E l’opacità referenziale sguazza in questo mare magnum, o stagno gracidante (fate voi) di sottigliezze: a prenderla come si prende un pesce gatto, potrebbe farci capire chissà che cosa sul nostro sapere e dire il mondo, o sul mondo stesso (mah!).

Oppure la osserviamo – sempre lei, l’opacità referenziale –  in corpore vivo, in azione nel commercio quotidiano tra soggetti, siano individuali o variamente aggruppati, siano privati o pubblici. Nel foro generatore di idola, dove è da soprendere e studiare quale matrice di fallacie e di (auto)inganni.
Così ha fatto Sam Harris nella parte iniziale di questo suo post, dove mostra con chiarezza ed efficacia come alcune espressioni nel discorso con cui Barack Obama reagisce all’assassinio di James Foley (“No religion condones the killing of innocents”) siano pura retorica: sicuramente vuota, molto probabilmente ingannevole. Perché, ovviamente, non è vero che le religioni (o, a fortiori, tutte le religioni!) non ammettano l’ammazzamento di persone innocenti. Ovviamente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Filosofia, Politica/Società, Segnalazioni e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...