Musica apollinea

Un esempio di musica apollinea è, secondo Jankélévitch, Charmes, sei brevi composizioni pianistiche di Frederic Mompou. Cito – non sottoscrivo: ognuno giudichi da sé:

Ma c’è anche un Melos che non smentisce il Logos e la cui sola vocazione è – come in quell’album di Federico Mompou, intitolato Charmes – la guarigione, l’acquietamento e l’esaltazione del nostro essere. “Per penetrare gli animi! Per invocare l’amore! Per assopire la sofferenza! Per ispirare la gioia!” La musica di chi guida le Muse procede secondo verità, poiché impone al tumulto selvaggio della brama la legge matematica del numero che è armonia, al disordine del caos privo di misura la legge del metro, che è metronomia, e al tempo diseguale, volta a volta languido e convulso, noioso e concitato, della vita quotidiana il tempo ritmato, misurato e stilizzato dei cortei e delle cerimonie.

Vladimir Jankélévitch,  La musica e l’ineffabile

Charmes, di Frederic Mompou (1893-1987).

  1. Pour endormir la souffrance
  2. Pour pénétrer les âmes
  3. Pour inspirer l’amour
  4. Pour les guérisons
  5. Pour évoquer l’image du passé
  6. Pour appeler la joie

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Filosofia, Musica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...