Hijab, ovvero della servitù volontaria

Mah.
Queste signore che per “non cedere neppure un palmo di terreno libero conquistato”, si danno appuntamento a Colonia dove dovrebbero imbacuccarsi, perché” Indossare il velo e abiti larghi è una garanzia di privacy, un atto femminista”, non so perché mi ricordano la feroce satira di Marx-Engels a danno di Stirner:

Il nostro Sancho [Max Stirner] dimostra qui [ne L’Unico e la sua proprietà, laddove tratta della Eigenheit, la peculiarità] che nonostante le molte bastonate ricevute già in Cervantes resta sempre suo «proprietario» e che anzi queste bastonate facevano parte della sua «peculiarità». (…)
[Dopo aver mostrato come Sancho-Stirner tuteli e mantenga tale «peculiarità» nell’elemento spirituale del sapere, del pensare e della coscienza, Marx rimarca che l’Unico-Proprietario] si identifica col suo corpo, al punto che è «suo proprio» in tutto e per tutto, interiormente ed esteriormente, fin tanto che conserva in sé una scintilla di vita, anche solo di vita incosciente. Fenomeni come il gemere delle «ossa», lo spasimo delle fibre ecc., fenomeni che tradotti dalla lingua della scienza naturale *unica* nella lingua della patologia possono essere provocati mediante il galvanismo nel suo cadavere, appena staccato dalla forca alla quale si è impiccato, e anche in una rana morta, valgono per lui come prove che egli «in tutto e per tutto», «interiormente ed esteriormente» è ancora «sua proprietà», che può disporre di sé. Lo stesso fatto che dimostra la potenza e la peculiarità del possessore di schiavi, il fatto che proprio lui, Sancho, è bastonato e non un altro, che proprio le sue ossa gemono, le sue fibre spasimano senza che lui possa farci nulla, questo fatto è considerato dal nostro santo una prova della sua peculiarità e della sua potenza. Quando dunque uno è attaccato allo spanso Bocho del Surinam, dove non può muovere né braccia né gambe né alcun altro membro e deve subire tutto, la sua potenza e la sua peculiarità non consistono nel poter disporre delle proprie membra, ma nel fatto che esse sono le sue membra. Egli ha salvato qui ancora una volta la sua peculiarità considerandosi sempre come altrimenti-determinato, ora come semplice coscienza, ora come corpo incosciente (…).
In quanto riceve le bastonate, «Stirner» è proprietario delle bastonate e quindi libero dal non-essere-bastonato, e questa libertà, questo essere sbarazzato, appartiene alla sua peculiarità.”

K. MARX – F. ENGELS, L’ideologia tedesca, cap. III.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cultura/Società e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...