Croce e la “Loica” dei “tarocchi del Mantegna”

Master of the E-Series Tarocchi (Italian, active c. 1465 ), Loica (Logic), c. 1465, engraving, Rosenwald Collection

Master of the E-Series Tarocchi (Italian, active c. 1465 ), Loica (Logic), c. 1465, engraving, Rosenwald Collection

Per Croce la figura rappresenta il

(…) dramma della verità e della lotta contro l’errore, condotto dalla Logica, la quale diviene, almeno per me, ben altro dalla maligna congegnatrice di tranelli e di sofismi che quel povero diavolo cartaginese di Marziano Capella sola conosceva o sola sapeva immaginare, ma è una forza benefica, coraggiosa sempre a prendere su di sé la fatica di districare i grovigli dei sofismi, di fugare le combinazioni irrazionali a cui le accese male passioni danno sembianze di vero, di dissolvere le superstiziose credenze che fanno incaglio alla libera ricerca. (…)
E guai se quest’opera di reazione e difesa si rilassa; guai agli individui e alle società che la severa Logica non investe a fondo in tutte le parti della loro vita ! Un ministro dei buoni vecchi tempi, Bernardo Tanucci, soleva compendiare i vizii e i difetti degli uomini che si vedeva attorno, nella «mancanza di sillogismo».
La mancanza e l’insufficienza del sillogismo, in effetto, apre libero campo alle torbide immaginazioni che lo sconvolto sentire e la bassa cupidità fanno sorgere e che spingono ad azioni frenetiche e rovinose. E quanti di cotesti fantasmi si sono via via addensati e ingombrano ora tutto il cielo di Europa, e anzi, quello dei due emisferi! (..)
La Logica non soffoca né sostituisce la spontaneità del fare, ma la sorregge e la difende contro le rapine che sopr’essa tenta la convulsa e bruta vitalità, la quale prende arie spavalde di vigoria, ed è mostruosità ed è debolezza. E perciò io, da mia parte, divenuto particolarmente devoto della Logica, ho messo in un quadretto e ho sospeso a una parte della mia stanza da studio la sua figura in questo «tarocco del Mantegna», come l’immagine di una santa, alla quale mentalmente mi raccomando perché voglia tenermi sempre nella sua severa e buona guardia.

B. Croce, «La “Loica,, nei tarocchi detti del Mantegna», 1941

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Filosofia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...